Dettaglio eventi


Seconda Rassegna Culturale “Arte in Villa”
ingresso libero
Villa comunale – Viale Italia, Villa S. Giovanni (RC)

SCENEVILLA copiaun testo di Domneico Loddo
Regia Christian Maria Parisi

Con Silvana Luppino, Milena Bartolone, Paride Acacia, Tino Calabrò e Stefano Cutrupi e con Domenico Canale
Produzione Teatro Primo

Un eventuale viaggio nel tempo potrebbe rivelarsi una autentica perdita di tempo.
Eppure, al di là della fattibile realizzazione di una macchina del tempo, l’idea di partire oggi per recarsi a domani o a ieri è una possibilità che ha acceso le fantasie di romanzieri, fumettisti e registi. Che sempre, in ogni loro storia, hanno messo in evidenza la possibilità dei paradossi in cui si incorrerebbe in un siffatto viaggio. Primo fra tutti quello che andando avanti e indietro nel tempo si rischierebbe di scompaginare la storia, con tutte le conseguenze del caso, anzi, della causa-effetto.
Con le Scene Con Fermate si ha l’ardire di portare queste conseguenze, forse per la prima volta, sul palcoscenico. La drammaturgia parte dal pretesto di una vendetta darwiniana nei confronti di Dio. Il viaggio scellerato a ritroso nel tempo per cercare “la prima donna” sconquassa le epoche, facendo diventare contemporanei di uno stesso presente personaggi storici e personaggi di fantasia: Socrate che va a comprare delle parabole da Gesù, mentre Michelangelo gli scolpisce la croce, come pure Lucia Mondella e Giulietta Capuleti che vogliono sposarsi fra di loro e vanno da Don Vito Corleone per farsi dare il consenso, e altri mischiamenti ancora, dove tutti i personaggi si ritrovano a condividere lo stesso spazio scenico, in esilaranti e profonde scene.
Ho perso il mio tempo a scrivere di parossistici viaggi nel tempo, e davvero, visto il risultato, non me ne sono pentito.